Quantcast

Guastalla, picchia con gli amici il rivale in amore: tre denunce

Lesioni personali aggravate sono le accuse mosse ai 3 minori dai carabinieri del radiomobile

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Dalle minacce sui social al pestaggio in strada: tre minori nei guai. Lesioni personali aggravate sono le accuse mosse loro dai carabinieri del radiomobile di Guastalla. La vittima, un 19enne, pestato nelle vie del centro di Guastalla, ha riportato una prognosi di 30 giorni. Alla base dell’aggressione potrebbero esserci motivi passionali, perché, tra uno dei tre aggressori e la vittima, l’unica cosa in comune è una ragazza con cui i due hanno avuto, in tempi diversi, una relazione sentimentale.

Al termine delle indagini i carabinieri hanno denunciato tre 17enni reggiani per lesioni personali aggravate. Uno di loro, per vie delle minacce proferite su Instagram, antecedenti all’aggressione, è stato accusato anche di minacce. E’ successo il 10 maggio scorso quando una pattuglia della sezione radiomobile della compagnia di Guastalla, su input dell’operatore in servizio al 112, intervenuta in piazza Martiri Patrioti di Guastalla dove era stata segnalata una lite.

Sul posto i militari hanno rintracciato un ragazzo, con evidenti segni di escoriazioni in varie parti del corpo e graffi all’altezza del collo e dell’orecchio destro. Il 19enne, mentre attendeva lo zio che avrebbe dovuto portarlo a casa, è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi uno dei quali gli ha sferrato un pugno. Nel tentativo di fuggire, è stato gettato a terra e preso a calci e pugni in faccia e in varie parti del corpo anche da parte di altri ragazzi.

L’aggressione è terminata solo grazie all’intervento di alcuni passanti che, vista la scena, sono riusciti a far allontanare gli aggressori dando l’allarme al 112. La vittima è andata al pronto soccorso dell’ospedale di Guastala dove è stata dimessa con una prognosi di 30 giorni. Le indagini dei carabinieri si sono focalizzate, sulla scorta di quanto appreso, nei confronti di un 17enne che, nel recente passato, aveva minacciato su Instagram la vittima. Minacce scaturite per motivi passionali in relazione ad una ragazza che, in tempi diversi, aveva avuto modo di frequentare i due.

I carabinieri hanno denunciato il 17enne e altri due suoi coetanei. Le indagini ora stanno proseguendo per accertare se al pestaggio abbiano partecipato anche altri amici del terzetto presenti il giorno dell’aggressione.