Quantcast

Greslab spegne dieci candeline

In occasione dell’assemblea del 23 giugno, il noto workers buyout di Scandiano attivo nel settore ceramico ha festeggiato il decennale

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Dieci anni di attività rappresentano un bel traguardo. Tanti ne sono passati da quando nel 2011, i dipendenti di una Spa in crisi a causa della congiuntura molto sfavorevole, decisero di rimboccarsi le maniche e trasformarsi in imprenditori cooperativi fondando la cooperativa Greslab. Nasceva così uno dei primi e più rappresentativi workers buyout del nostro territorio, da sempre ricco di cooperazione, e ora anche di questa tipologia di impresa, molto studiata e apprezzata in tutta Italia e non solo.

In occasione dell’assemblea del 23 giugno, la cooperativa di Scandiano attiva nel settore ceramico, ha festeggiato il decennale, rinnovando l’entusiasmo e l’impegno che la contraddistingue fin dalla nascita, sostenuta dalla rete Legacoop, attraverso il fondo mutualistico Coopfond e Boorea e da risorse pubbliche, attraverso CFI strumento operativo della Legge Marcora.

Il Presidente di Legacoop Emilia Ovest Edwin Ferrari ha aperto i lavori dell’assemblea sottolineando “l’orgoglio dell’organizzazione nell’avere sostenuto la nascita e lo sviluppo di Greslab, un’esperienza di successo che è stata ed è tuttora un esempio virtuoso per altre operazioni di ripartenza d’impresa in forma cooperativa. Il Workers Buyout (WBO) è un’importante forma di politica attiva del lavoro, che stimola l’autoimprenditorialità dei lavoratori dando loro un’opportunità di riscatto e dignità, coniugando il recupero dei posti di lavoro con la forma democratica dell’impresa cooperativa.”

In dieci anni, Greslab ha macinato giorni di duro lavoro e tenace dedizione, crescendo significativamente in termini di mercato e di personale, fino agli attuali 84 dipendenti di cui 50 soci che sviluppano un fatturato, in anni di pieno lavoro, di circa 18 milioni di euro.

Il Presidente di Greslab Antonio Caselli rimarca che “Il 2020 è stato un anno complesso, abbiamo prodotto il 20% in meno dei nostri standard utilizzando la cassa integrazione nei mesi del lockdown, ma dall’autunno la domanda di piastrelle è ripartita e la fabbrica è tornata a pieno regime mantenendosi tuttora su livelli molto alti di crescita. Abbiamo tanti progetti, in particolare ci stiamo impegnando nella formazione professionale di molti giovani, il futuro della nostra cooperativa”

Greslab produce annualmente 2milioni di metri quadri, il progetto della cooperativa è rimasto quello iniziale di fabbrica senza marchio, con un laboratorio di ricerca e la produzione di piastrelle di alta qualità, integrando tecnologie tradizionali e digitali.

La specializzazione, la qualità e l’esclusività sono le armi vincenti che hanno consentito alla cooperativa di competere in un mercato complesso e molto concorrenziale.

Più informazioni su