Quantcast

Entra nel bar e gli punta una pistola alla tempia: denunciato

Denunciato per minaccia aggravata un 59enne calabrese che si era risentito perché un 64enne non lo salutava

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – “Se continui a mancarmi di rispetto la prossima volta ti sparo”. Queste le parole di un 59enne calabrese rivolte a un 64enne reggiano che, seduto su un tavolino di un bar di Castelnovo Monti, si è ritrovato una pistola puntata alla tempia. Secondo quanto ricostruito dai militari della radiomobile del capoluogo montano il 59enne, la sera del 17 giugno scorso, è entrato in un bar di una frazione di Castelnovo Monti e si è avvicinato al 64enne puntandogli alla tempia una pistola a tamburo, poi rivelatasi essere una scacciacani e dicendogli: “Se continui a mancarmi di rispetto la prossima volta tri sparo”.

Quindi si è allontanato nel silenzio dei presenti, vittima compresa, nessuno dei quali ha chiamato i carabinieri. E’ stato un agente della polizia stradale, a cui un avventore ha riferito i fatti, a venire a conoscenza di quello che era accaduto e a segnalarlo ai carabinieri che hanno indagato e identificato la vittima e il responsabile della minaccia. Il primo si è riservato di sporgere denuncia, mentre il secondo, in seguito a una perquisizione, è stato trovato in possesso della pistola utilizzata per la minaccia, una scacciacani, che è stata sequestrata.

Il 59enne, trattandosi di reato perseguibile d’ufficio, è stato comunque denunciato per minaccia aggravata. Alla base del grave gesto potrebbero esservi, stando ai primi accertamenti, i saluti non corrisposti all’indagato dalla vittima.