Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Vaccino, Ue chiede maxi-risarcimento ad AstraZeneca per ritardi nelle forniture

L'azienda non avrebbe consegnato "50 milioni di dosi" destinate all'Ue poiché esse sarebbero state "dirottate" verso altri acquirenti

BRUXELLES – L’Unione Europea, rappresentata dall’avvocato Rafael Jafferali, ha chiesto oggi, nel corso dell’udienza di primo grado presso il tribunale di Bruxelles, che l’azienda farmaceutica Astrazeneca sia multata per non aver rispettato i tempi di consegna delle dosi di vaccino anti-Covid-19 previsti dal contratto.

Secondo ricostruzioni di stampa rilanciate da diverse testate del Belgio, l’Unione europea chiederà il rimborso di “10 euro a dose per ogni giorno di ritardo” per il mancato rispetto del contratto, oltre a “un’ulteriore sanzione di almeno 10 milioni di euro per ogni inadempienza”. La sentenza è attesa per giugno.

Secondo Jafferali, Astrazeneca non avrebbe consegnato “50 milioni di dosi” destinate all’Ue, di cui 39 milioni prodotte in Gran Bretagna, 10 milioni negli Stati Uniti e un milione in Olanda, poiché esse sarebbero state “dirottate” verso altri acquirenti (fonte Dire).