Quantcast

Silk-Faw, l’auto del futuro porterà a Reggio mille posti di lavoro

Lo stabilimento che produrrà auto elettriche di alta gamma sarà pronto entro un paio di anni a Gavassa, nella zona industriale. Il sindaco Vecchi: "Sarà realizzato anche un casello Reggio Est"

REGGIO EMILIA – Un miliardo di euro di investimento e 1.000 nuovi posti di lavoro per realizzare a Reggio Emilia auto elettriche di alta gamma. Silk-Faw, la joint venture tra Silk Ev, società internazionale di ingegneria e design automotive, e Faw, uno dei maggiori produttori automobilistici cinesi, ha annunciato oggi che il nuovo sito produttivo di auto elettriche di alta gamma verrà realizzato a Gavassa entro un paio d’anni. Nascerà anche un casello Reggio Est, secondo quanto ha annunciato il sindaco Luca Vecchi.

Lo stabilimento sorgerà nella zona industriale di Gavassa a nord della autostrada e di via Caduti Muro di Berlino, a pochi minuti di auto dal casello affacciato sulla ferrovia dell’alta velocità. In quell’area sorgerà anche l’impanto Forsu di Iren che produrrà biometano. E’ un’area di 300mila metri quadrati con vocazione a sviluppo produttivo, già urbanizzata. Si trova a 9 chilometri dalla stazione Alta velocità di Reggio Emilia e a 40 minuti da Milano e a soli 20 da Bologna.

Lì nascerà un futuristico Centro produttivo e di innovazione secondo parametri ecologici e senza nuovo consumo di suolo. L’area, che si estende su 320.000 metri quadrati, ospiterà infatti lo stabilimento e il Design, research, development & innovation Center di Silk-FAW. Qui verranno progettati e realizzati i modelli della serie S di Hongqi: Hongqi S9, la prima della serie “S”, progettata da Walter De Silva, ma anche la Hongqi S7.

Ha detto Jonathan Krane, presidente di Silk-Faw: “Siamo entusiasti che il nostro stabilimento produttivo e innovazione sorgerà nel comune di Reggio Emilia. Grazie a questo sito strategico saremo in grado di attirare talenti e risorse altamente specializzati nell’area. Ringrazio la Regione Emilia-Romagna e il Comune di Reggio Emilia per averci supportato in questa scelta così importante”.

Ha aggiunto Stefano Bonaccini, presidente della Regione: “L’Emilia-Romagna viene scelta per realizzare un progetto di portata mondiale. Due gruppi internazionali, uno cinese e uno americano, decidono di unirsi e di investire qui per numerose ragioni: le professionalità presenti, le reti regionali dell’Alta tecnologia e dei Tecnopoli, che vedono insieme le nostre università e il mondo produttivo, le filiere innovative, la formazione specialistica e le infrastrutture digitali che si rafforzano attorno al Big Data Technopole di Bologna e alla Data Valley emiliano-romagnola. Vince l’Emilia-Romagna, dunque, e con essa il Paese”.

Silk-FAW è stata costituita per sviluppare una serie di veicoli sportivi di ultra-lusso, ad alte prestazioni e a nuova energia avente come target di vendita la Cina e i mercati globali. La joint venture è il primo investimento tra Cina e Italia nei segmenti auto super premium e premium e segna un’importante pietra miliare nell’ambito dell’iniziativa Belt & Road per la Cina, l’Italia e l’industria automobilistica globale. Silk-FAW prevede di lanciare i nuovi modelli di lusso completamente elettrici e ibridi sotto la serie Hongqi ‘S’, che è posizionata per catturare le opportunità nei segmenti auto in più rapida crescita in Cina e nei mercati internazionali.

L'area dove sorgerà lo stabilimento industriale Silk-Faw
Gavassa

Aggiunge il sindaco Luca Vecchi: “Per la città, per la sua storia anche industriale e manifatturiera che, dalle Officine Reggiane ha contribuito alla crescita del modello economico emiliano, questo risultato ci arricchisce nella contemporaneità di una nuova competenza distintiva destinata a segnare in positivo il nostro futuro. Essere riusciti ad attrarre un investimento di questa portata rappresenta una grande opportunità, un fatto epocale che posiziona Reggio Emilia come città europea dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile baricentrica nella Motor Valley emiliana”.

Il sito ospiterà la produzione non solo della Hongqi S9, la prima della serie “S”, progettata da Walter De Silva e svelata all’Autoshow di Shanghai, VP Styling and Design di Silk-FAW, ma sarà anche sito di manifattura della Hongqi S7. Con l’obiettivo di accelerare la continua crescita di Silk-FAW, la società aveva annunciato la scorsa settimana l’ingresso di Amedeo Felisa come Special Advisor del presidente Krane e membro del Senior Advisory Board.

Conclude l’assessore regionale alle Attività produttive, Vincenzo Colla: “Adesso vogliamo subito metterci al lavoro per arrivare a un Accordo di programma che coinvolga il territorio, con l’obiettivo di accompagnare l’insediamento Silk-FAW, sostenere investimenti innovativi in ricerca, nuove tecnologie, formazione, in collegamento con le Università e gli Enti di ricerca dell’Emilia-Romagna”.