Quantcast

San Polo, folle di gelosia lo minaccia con il coltello: arrestato

Un 48enne di Canossa è finito in manette per violazione di domicilio, violenza privata e porto abusivo di arma

SAN POLO (Reggio Emilia) – Punta un coltello contro l’uomo che considerava un rivale in amore: 48enne di Canossa arrestato dai carabinieri di San Polo per violazione di domicilio, violenza privata e porto abusivo di arma. Sabato mattina l’uomo, mentre era nella sua abitazione, controllando il cellulare della sua compagna, ha visto, nello storico, una chiamata fra lei e un altro uomo.

“Non preoccuparti, gestisco io la situazione”. Questa la risposta della donna alle rimostranze del compagno che, tuttavia, non ha calmato il 48enne che è uscito di casa e, armato di un grosso coltello, è andato a casa del 41enne di San Polo che aveva parlato al telefono con la sua compagna. Una volta arrivato lo ha minacciato per circa 30 minuti. Minacce che non sono terminate nemmeno al sopraggiungere del vicino di casa della vittima. Mentre brandiva il coltello ha anche telefonato alla donna dicendole: “Vedrai che adesso ti lascerà stare”.

Per rendere maggiormente credibili i suoi intenti il 48enne ha bucato con il coltello la tela del cuscino di un divano e ha documentato tutto con foto scattate con il suo cellulare, dicendo al 41enne, prima di allontanarsi, che, se non avesse smesso di parlare al telefono con la sua compagna, gli avrebbe fatto rivedere quelle foto prima di tagliargli la testa. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri di San Polo che hanno rintracciato e fermato il 48enne che aveva ancora con sé il coltello lungo 30 centimetri utilizzato per le minacce.