Quantcast

Rissa tra squadre di operai, spunta un piccone: quattro denunce

E' successo a San Polo: tutto è nato da un litigio fra gli operai di un'azienda modenese e quelli di una ditta bolognese

SAN POLO (Reggio Emilia) – Violenze tra squadre di operai in strada: quattro persone denunciate dai carabinieri per rissa aggravata in concorso. E’ successo sabato mattina a San Polo dove i carabinieri della stazione locale, chiamati dall’operatore in servizio al 112, sono intervenuti dopo la segnalazione di una rissa in strada. Al loro arrivo due dei coinvolti, appartenenti a una ditta modenese, inseguiti dagli “avversari” di cui uno armato di un piccone, si erano rifugiati nel loro furgone.

I militari hanno poi ricostruito che i contendenti, appartenenti a due differenti squadre di operai, avevano litigato perché un’auto, a cui era stato deviato il transito dagli operai che stavano posando la fibra ottica, dipendenti di un’azienda bolognese, era passata sopra le strisce pedonali appena fatte dall’altra squadra di operai dipendenti dell’azienda modenese.

Per questo motivo avevano litigato, passando presto dalle parole ai fatti prendendosi a botte, fino a quando i due dell’azienda modenese, probabilmente avendo la peggio, erano fuggiti trovando rifugio nel furgone inseguiti dagli altri operai dell’azienda bolognese, di cui uno armato di piccone. I due sono stati liberati dai carabinieri che, ricostruiti i fatti, li hanno denunciati sequestrando il piccone. Tre contendenti hanno riportato lesioni di cui due con prognosi di 5 e 10 giorni per vari traumi. I 4 un 32enne e un 31enne abitanti a Bologna e un 48enne e un 40enne abitanti a Reggio Emilia sono stati denunciati per rissa aggravata.