Quantcast

Quattordicenne evade cinque volte in venti giorni: arrestata

La Corte d'Appello di Bologna si è vista costretta a disporre il trasferimento della giovane di S. Ilario in un istituto di custodia minorile

S. ILARIO (Reggio Emilia) – In 20 giorni è evasa per ben cinque volte: due dai domiciliari e tre dalla comunità dove era stata collocata in seguito alle prime due evasioni, sottraendo pure una scheda telefonica. Per questi motivi la Corte d’Appello di Bologna ha aggravato la misura del collocamento in comunità con quella della custodia cautelare in un istituto minorile, Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Sant’Ilario che ieri hanno rintracciato la minore e l’hanno portata nell’istituto.

La prima evasione a fine aprile quando la ragazza, ai domiciliari per una condanna a 8 mesi per rapina impropria, si era allontanata da casa portando con sé propri effetti personali per raggiungere in un’altra regione il fidanzato rientrando a casa solo per l’intervento dei carabinieri di Sant’Ilario. Una settimana dopo era evasa per andare a mangiare una pizza abbandonando, peraltro, in strada la sorellina di pochi anni che, in lacrime, era stata rintracciata in strada da sola dai carabinieri.

Per questi fatti la Corte d’Appello – sezione penale minorenni – recependo le segnalazioni giunte dai carabinieri, ha ritenuto più adeguata la misura della permanenza in casa, e ha applicato nei confronti della minore, in sostituzione, la misura del collocamento in comunità. Misura che non è bastata perché la giovane, in due giorni, è evasa ben tre volte. Ora è finita in un istituto.