Quantcast

Partigiano Reggiano, Sesena: “Il murales resti dov’è”

Il segretario della Cgil reggiana: " “Autostrade dovrebbe occuparsi delle manutenzioni di ponti e viadotti, dei servizi igienici e delle aree di ristoro, ricordandosi che gestisce un bene pubblico dei cittadini"

REGGIO EMILIA – “Autostrade dovrebbe occuparsi delle manutenzioni di ponti e viadotti, dei servizi igienici e delle aree di ristoro, ricordandosi che gestisce un bene pubblico dei cittadini, invece che pensare a rimuovere o coprire un murales”. Così il segretario generale della Cgil Reggio Emilia, Cristian Sesena, sulla richiesta della Società Autostrade di cancellare, coprire o rimuovere il murales che ritrae i partigiani reggiani.

“Una pretesa di questo tipo – continua Sesena – si presta subito a letture negative: la storia di un territorio, la sua memoria, sono motivo di distrazione e pertanto andrebbero rimosse, lasciando il vuoto al loro posto? Sono interrogativi che ci poniamo sempre più spesso, ad esempio, quando ciclicamente, a ridosso del 25 Aprile, qualcuno vuole riabilitare il fascismo soccombente per sminuire la portata delle lotte di liberazione partigiane, o dedicare questa ricorrenza alle vittime del covid come è successo quest’anno. Come Cgil riteniamo che il murales debba rimanere esattamente dove è per essere visto, dalle persone che transitano, perché Reggio Emilia è in quella storia e quella storia non si cancella, non si copre e non si sposta altrove”.