Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Palazzo Chigi, nuovo decreto legge: via alle riaperture e graduale abolizione del coprifuoco

La bozza sarà esaminata alle 18.30 dal consiglio dei ministri. Il coprifuoco sarà spostato alle 23 dall'entrata in vigore del provvedimento

ROMA – Via libera alle riaperture e graduale abolizione del coprifuoco. È quanto emerge dalla cabina di regia di palazzo Chigi. Nello specifico: coprifuoco in zona gialla dalle 23 a partire da subito (entrata in vigore del dl) e dalle 24 a partire dal 7 giugno. Superamento totale del coprifuoco dal 21 giugno.

Dal primo giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna saranno zona bianca. Dal 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria. Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti). Non c’è coprifuoco. È quanto emerge dalla cabina di regia convocata a palazzo Chigi.

RISTORAZIONE CONSENTITA AL CHIUSO DAL PRIMO GIUGNO
Per la ristorazione “riaperture già programmate: dal primo giugno sarà consentito anche al chiuso il consumo al tavolo dalle 5 alle 18. Proposta in ingresso in Cdm: riapertura ristoranti al chiuso anche la sera dal 1 giugno”.

RIAPERTURA DELLE PALESTRE ANTICIPATA AL 24 MAGGIO, PISCINE DALL’1 LUGLIO
Anticipare la riapertura delle palestre dall’1 giugno al 24 maggio. È quanto emerge dalla cabina di regia convocata a palazzo Chigi: una proposta che sarà ora sottoposta al Consiglio dei ministri. Restano confermate le riaperture a partire dal primo luglio di piscine al chiuso e centri benessere.

GLI IMPIANTI DI RISALITA IN MONTAGNA RIAPRIRANNO DAL 22 MAGGIO
Gli impianti sciistici riapriranno dal 22 maggio alle condizioni indicate dalle linee guida.

DAL 22 MAGGIO RIAPRONO MERCATI, CENTRI E PARCHI COMMERCIALI
Esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive riapriranno dal 22 maggio, il primo weekend successivo al dl.

25% DEL PUBBLICO NEGLI STADI DALL’1 GIUGNO, EVENTI AL CHIUSO DALL’1 LUGLIO
La presenza di pubblico è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni sportive dal primo giugno all’aperto e dal primo luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale (Fonte Dire).