Quantcast

Murales partigiano, oggi un presidio per difenderlo

Giovedì si incontrano Comune e società Autostrade per trovare una soluzione alternativa alla cancellazione del graffito

REGGIO EMILIA – Una “catena umana” abbraccerà oggi a Reggio Emilia l’edificio di “Casa Manfredi”, lo stabile della frazione di Villa Sesso su cui è dipinto un murales dedicato ai partigiani che la società Autostrade ha chiesto di rimuovere. Il dipinto, visibile dall’A1, viene infatti giudicato pericoloso per gli automobilisti in transito come fonte di distrazione.

La manifestazione – prevista alle 18.30 – è organizzata dall’istituto storico della Resistenza (Istoreco) e parteciperanno anche il sindaco Luca Vecchi, l’Anpi e altre associazioni. Anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini si è schierato a favore della conservazione del murales e ha chiamato l’amministratore delegato di Autostrade per organizzare un incontro (previsto giovedi’) e trovare una soluzione alternativa alla cancellazione del graffito.

Le ipotesi sul tavolo sono due: un filare di alberi per nasconderlo o la sua riproduzione su un’altra parete del casolare non visibile dalla strada.