Quantcast

Landi Renzo, una perdita di oltre 4 milioni nel primo trimestre

Il fatturato è in calo del 10% e peggiora l'indebitamento che passa da 72,9 a 85,5 milioni di euro

REGGIO EMILIA – Ha appena chiuso il 2020 con una perdita di 7,9 milioni di euro, ma il nuovo anno non inizia certo meglio per Landi Renzo che presenta una trimestrale in perdita per oltre 4 milioni di euro e un fatturato in calo del 10% rispetto al primo trimestre 2020.

Nel dettaglio il fatturato consolidato è pari a 33,3 milioni in diminuzione rispetto ai 37,2 milioni del trimestre precedente. La perdita, come detto, è di 4,1 milioni contro la perdita di 1,4 milioni di un anno fa. Peggiora l’indebitamento che passa da 72,9 a 85,5 milioni di euro.

Cristiano Musi, amministratore delegato dell’azienda, commenta: “La ripresa pandemica nel primo trimestre dell’anno ha avuto delle inevitabili ripercussioni sul settore automotive, sia sul canale OEM che, ancora di più su quello After Market. Inoltre lo shortage di microchip ha impattato sui volumi delle case auto, con effetti indiretti sulle vendite del nostro Gruppo. Ci sono però anche segnali positivi, come il consolidamento della nostra leadership in Egitto, uno dei mercati a maggiore potenziale nei prossimi anni”.