Quantcast

La Reggiana perde a Pescara: la salvezza è appesa a un filo

I granata perdono 1-0 contro i padroni di casa. Ora, a solo due giornate dal termine, i granata sono al terzultimo posto con 34 punti

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il Pescara vince 1-0 contro la Reggiana che ora si ritrova a un passo dalla retrocessione in serie C. Ora, a solo due giornate dal termine, i granata sono al terzultimo posto con 34 punti, il Cosenza è quartultimo a 34. Ascoli e Pordenone sono a quota 41 punti. Finisse il campionato oggi Entella, Pescara, Reggiana e Cosenza retrocederebbero dato che ci sono più di cinque punti di distanza fra la quartultima e la quintultima e quindi non si giocherebbero i play out fra quarta e quintultima. La Reggiana deve superare il Cosenza e sperare che, almeno una delle altre due squadre al 15° posto, faccia meno punti possibili. I granata se la vedranno con Spal, in lotta per entrare nei playoff e Vicenza (salvo ma non ancora al 100%).

A condannare la squadra di Alvini la rete di Capone all’ottavo minuto, su assist di Vokic, su una distrazione gigantesca della difesa granata. La squadra allenata da Grassadonia si è disposta in campo con il chiaro intento di mettere in difficoltà in ogni reparto i granata e la strategia ha funzionato. Nel secondo tempo, soprattutto nella fase finale, lo sforzo della Reggiana per trovare il pareggio è arrivato, ma è stato tutto inutile. I granata hanno anche colpito un legno con Kargbo.

Molto agonismo in campo con 5 cartellini gialli in totale: di cui 4 per il Pescara e 1 per il Reggiana. I granata hanno avuto il controllo del match con un maggior possesso palla (59%), hanno effettuato più tiri (13-11) e ha battuto più calci d’angolo (7-4), ma questo non è bastato a dimostrazione, ancora una volta, di un attacco troppo sterile.

Il tabellino

PESCARA – REGGIANA 1-0

MARCATORI: 8′ Capone

PESCARA (4-3-3) Fiorillo; Guth, Nzita (33′ st Sorensen), Scognamiglio, Volta; Omeonga, Valdifiori, Machin; Vokic (21′ st Masciangelo), Odgaard (25′ st Giannetti), Capone (25′ st Ceter). A disposizione: Radaelli, Longobardi, Bocchetti, D’Aloia, Tabanelli, Voci, Galano, Riccardi, Chiarella. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

REGGIANA (4-2-3-1) Venturi; Gyamfi (26′ st Lunetta), Ajeti, Rozzio, Kirwan (32′ st Ardemagni); Rossi, Varone (32′ st Pezzella); Laribi (13′ st Cambiaghi), Radrezza, Siligardi (13′ st Zamparo); Kargbo. Panchina: Cerofolini, Libutti, Martinelli, Zampano, Espeche, Muratore. Allenatore: Massimiliano Alvini.

ARBITRO: Roberto Ros di Pordenone; Assistenti Alessio Berti di Prato e Domenico Palermo di Bari. Quarto uomo Antonio Di Martino di Teramo.

NOTE – Ammoniti Valdifiori, Gyamfi, Volta, Machin, Odgaard. Calci d’angolo 4-1 per la Reggiana. Recupero: 1′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo.

Più informazioni su