Quantcast

Il Lambrusco Pra di Bosso è anche “Storico” foto

Casali Viticultori presenta la sua nuova selezione Limited Edition: poche bottiglie e solo le migliori uve dei vigneti di collina più vocati

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Solo uve provenienti dai migliori vigneti di collina, un attento connubio tra storiche varietà del territorio e una produzione mirata e limitata. Sono i tre ingredienti principali che hanno dato origine al nuovo Lambrusco della linea Pra di Bosso di Casali Viticultori e denominato “Storico”, così come questa realtà che opera nel comprensorio reggiano di Scandiano dal lontano 1900 e che dal 2014 è entrata a far parte della famiglia Emilia Wine.

“Siamo molto lieti di poter presentare oggi il nostro Pra di Bosso storico: un nuovo prodotto che dedichiamo alla lunga tradizione vitivinicola del reggiano, di cui il Lambrusco è uno dei vini più identitari. Con il Pra di Bosso storico, non a caso, abbiamo puntato ad ottenere grande qualità e un’espressività fortemente legata alle peculiarità del nostro territorio” spiega Davide Frascari, presidente di Emilia Wine.

“Casali Viticultori si è sempre contraddistinta nel panorama italiano grazie ad una produzione fortemente identitaria e innovativa, ne è un esempio il Cà Besina, primo Metodo Classico emiliano ottenuto dal vitigno autoctono Spergola in purezza. Il legame con il Lambrusco è altrettanto forte, ecco perché volevamo, anche in questo caso, proseguire lungo un percorso ambizioso, continuando ad alzare l’asticella”, aggiunge Marco Fasoli, direttore commerciale e marketing di Emilia Wine.

Il Lambrusco Reggiano DOP “Storico” della Linea Pra di Bosso – la pianta del “bosso” veniva localmente usata per tracciare il confine tra due vigneti – nasce dall’uvaggio di Lambrusco Salamino (60%), Lambrusco Maestri (30%) e Malbo Gentile (10%) allevati nei migliori vigneti posizionati sulle colline di Scandiano e dei comuni di collina limitrofi, ricchi di argilla ma al tempo stesso della cosiddetta “vena di gesso” tipica ad esempio dei comuni di Vezzano sul Crostolo, Albinea e Scandiano: un fattore, quest’ultimo, fondamentale per dare ai vini freschezza ed eleganza dei profumi.

“L’attenta selezione sia in campo che in cantina è il primo requisito che devono avere le uve che concorrono alla creazione del Pra di Bosso Storico” commenta Davide Carnevali, enologo di Casali Viticultori. “Le tre uve, vendemmiate separatamente e poi vinificate insieme, riescono a donare tre caratteristiche ben precise al vino che poi troviamo ben armonizzate nel bicchiere: il Salamino una accentuata nota fruttata, il Maestri un timbro acido e tannico ben riconoscibile e di carattere, infine il Malbo Gentile la densità gustativa”.

Dopo una macerazione di quasi dieci giorni, il Lambrusco Pra di Bosso “Storico” rifermenta in autoclave (Metodo Charmat) per 15 giorni a 16° gradi per preservare la vivacità dei suoi aromi. Di colore rosso rubino intenso con classiche sfumature violacee, il vino riesce a ben coniugare sentori floreali, tra cui spicca la violetta di campo, insieme a quelli più fruttati che ricorda i piccoli frutti di more e lamponi, e quelli di ciliegie. Al palato freschezza e un corpo snello, ma al tempo stesso di buona struttura, caratterizzano un sorso fruttato e di bella persistenza, che lo porta a essere abbinato con grande versatilità a tavola: da antipasti e salumi di ottima personalità a primi piatti con sughi a base di di carne, come ad esempio i maccheroni al pettine con ragù d’anatra, fino ai secondi.

Il Lambrusco Reggiano DOP “Storico” della Linea Pra di Bosso è prodotto in 12.000 bottiglie, 6.000 delle quali numerate, e viene distribuito esclusivamente nel canale Horeca. L’etichetta, in omaggio alla tradizione, racconta con una grafica stilizzata le origini del Lambrusco, dal lavoro della terra alla cura della vigna nel cuore di un paesaggio che ospita piccoli borghi fortificati, antichi castelli e torri che svettano su speroni di roccia. La scelta di una bottiglia dalla forma distintiva sottolinea l’identità di un vino che rappresenta la punta di diamante della produzione di Lambrusco firmata Casali.

Al ristorante Arnaldo Clinica Gastronomica di Rubiera, la più antica e longeva stella italiana della Guida Michelin e emblema della tradizione culinaria reggiana, andrà la prima bottiglia di Pra di Bosso storico.