Quantcast

Il Consorzio dona 3.000 chili di Parmigiano Reggiano alle famiglie in difficoltà

Questa settimana nuove consegne a FeDiSA e Caritas Diocesana

REGGIO EMILIA – In questi giorni il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano ha destinato una donazione aggiuntiva alle categorie più colpite dal Covid, consegnando a Confcooperative Emilia-Romagna tremila chilogrammi di formaggio tra snack monodose, punte e grattugiato. Questa settimana nuove consegne a FeDiSA e Caritas Diocesana.

Dopo le 4 ambulanze che fra fine gennaio e inizio febbraio 2021 i caseifici del Consorzio hanno donato alle province di Modena, Bologna, Reggio Emilia e Parma, e gli interventi all’Ospedale di Mantova – si tratta dei 5 territori dell’area di origine della DOP e di insediamento delle consorziate – in questi giorni il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano ha destinato una donazione aggiuntiva alle categorie più colpite dal Covid, consegnando a Confcooperative Emilia-Romagna tremila chilogrammi di formaggio tra snack monodose, punte e grattugiato.

“Con questo gesto intendiamo lanciare un messaggio di speranza in vista della ripartenza – ha affermato il presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli – Il Consorzio aveva stanziato già dallo scorso anno un milione di euro che si è tradotto dapprima in donazioni di ambulanze e attrezzature sanitarie, ora vogliamo essere vicini direttamente alle persone attraverso il nostro prodotto. Il Parmigiano Reggiano ha sempre potuto contare sul supporto degli italiani, mi riferisco al terribile terremoto che colpì l’Emilia nel 2012 così come al periodo di lockdown, in cui i consumatori non ci hanno mai abbandonato. Ci proponiamo di restituire un po’ di quella fiducia che, in certi momenti, appare smarrita”.