Quantcast

Gazzetta di Reggio in sciopero, la solidarietà della Cgil

Il sindacato: "Ci auguriamo una celere soluzione che non comprometta i livelli occupazionali e le condizioni di lavoro dei giornalisti"

REGGIO EMILIA – La Cgil “esprime solidarietà e sostegno a tutta la redazione de La Gazzetta di Reggio”, in stato di agitazione e sciopero dopo aver appreso dal neo editore – il Gruppo Sae subentrato a Gedi nella gestione di quattro giornali tra cui la testata reggiana – “la proposta non negoziabile – si legge in una nota di redazione- “di un drastico ricorso agli ammortizzatori sociali per i giornalisti”.

“A meno di cinque mesi dall’arrivo del Gruppo Sae – continua la nota – la dirigenza ritiene oggi di poter addossare sulle spalle dei giornalisti le responsabilità di un andamento negativo dei conti”.

Fa sapere la Cgil: “Una situazione dunque che desta preoccupazione e che come Camera del Lavoro ci vede vicini a tutti i lavoratori e lavoratrici della Gazzetta che rappresentano un voce storica della nostra città.  La Gazzetta, con i suoi giornalisti, è patrimonio di questo territorio ed esempio della libertà di espressione e della libera circolazione di idee”.

Conclude il sindacato di via Roma: “Per questo ci auguriamo una celere soluzione che non comprometta i livelli occupazionali e le condizioni di lavoro dei giornalisti della Gazzetta scaricando su di loro il peso delle difficoltà del mondo dell’editoria e di scelte imprenditoriali opinabili. Auspichiamo infine la massima attenzione degli enti locali e della città tutta, perché l’informazione locale è patrimonio di tutti”.