Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Draghi ‘chiama’ i turisti stranieri: “Prenotate le vacanze in Italia, regole saranno chiare e semplici”

Il premier dopo il G20 sul turismo invita i turisti a viaggiare in sicurezza nel nostro Paese

ROMA – “Non ho dubbi che il turismo in Italia riemergerà più forte di prima“. Così il presidente del Consiglio Mario Draghi intervenendo alla conferenza dopo il G20 sul Turismo. “Il mondo vuole viaggiare in Italia e l’Italia è pronta a ridare il benvenuto al mondo – ha aggiunto il premier rivolgendosi idealmente ai turisti stranieri – Non vediamo l’ora di tornare ad accogliervi, è arrivato il momento di prenotare le vostre vacanze in Italia”.

“GREEN PASS EUROPEO A GIUGNO, IN ITALIA VIA A METÀ MAGGIO”
Draghi ha anche fatto il punto sulle normative che regoleranno i viaggi all’interno dell’Unione europea nei prossimi mesi: “Dalla seconda metà di giugno sarà pronto il Green pass europeo. Intanto il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale che sarà in vigore da metà maggio. Dobbiamo dare regole chiare e semplici in modo che i turisti possano tornare in Italia e viaggiare in sicurezza“.

GARAVAGLIA: “COPRIFUOCO SARÀ RIVISTO PRESTO, SONO FIDUCIOSO”
“Sul coprifuoco c’è la volontà di rivedere le misure sulla base dell’andamento dei dati del contagio. Sono ragionevolmente fiducioso che in tempi brevi la misura potrà essere rivista“.

Così il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, intervenuto con il premier Draghi alla conferenza dopo il G20 sul Turismo. “Il turismo è la chiave di volta per una crescita equilibrata – ha sottolineato Garavaglia -, il banco di prova della ripresa post-pandemia. Una volta vaccinata la popolazione fragile bisognerà valutare le categorie più esposte, tra cui gli operatori del turismo“.

Il ministro del Turismo ha anche annunciato che nel corso del G20 sul turismo si sono stabilite le linee guida mondiali per la ripartenza del settore: “Entreranno nella storia come le ‘Rome guidelines’, sono sette come i colli di Roma: mobilità sicura, gestione delle crisi, resilienza, inclusività, trasformazione verde, transizione digitale, investimenti e infrastrutture” (fonte Dire).