Quantcast

Confcooperative, avviato il servizio civile per 31 giovani

I progetti, curati dal Consorzio Oscar Romero, vanno dai servizi educativi all’accrescimento del potenziale individuale di persone disabili, all’integrazione di adulti e minori migranti, da progetti sulla sostenibilità ambientale alle attività educative e sportive

REGGIO EMILIA – Ben 31 giovani dai 18 ai 28 anni (26 ragazze e 5 ragazzi) hanno iniziato il 25 maggio il servizio civile nel sistema che fa capo a Confcooperative Reggio Emilia, con il coinvolgimento di 9 realtà del territorio e 16 sedi di attività presenti in 7 comuni reggiani. I progetti, curati dal Consorzio Oscar Romero, vanno dai servizi educativi all’accrescimento del potenziale individuale di persone disabili, all’integrazione di adulti e minori migranti, da progetti sulla sostenibilità ambientale alle attività educative e sportive.

I ragazzi saranno impegnati soprattutto in cooperative sociali (Pangea, Dimora d’Abramo, L’Ovile, Albinea Insieme, oltre che nel Consorzio Oscar Romero in Polveriera), in cooperative sportive (U.S. Saturno di Guastalla e Polisportiva Virtus Correggio), presso la Fondazione Reggio Children e l’Associazione Ring 14.

Complessivamente, come si è detto, saranno 16 le sedi coinvolte su 7 comuni (Reggio Emilia, Albinea, Campagnola Emilia, Correggio, Guastalla, Rubiera e Scandiano).
Diversi progetti si svilupperanno avendo a riferimento le fragilità che riguardano, in particolare, i disabili e lo sviluppo delle loro abilità non pienamente espresse (i giovani impegnati in quest’area saranno 8), i rifugiati e le madri sole con figli ospiti di comunità (6 giovani cureranno percorsi di integrazione e sostegno) e gli anziani ospiti di strutture residenziali (coinvolti 3 volontari per la costruzione di maggiori relazioni intergenerazionali e la traduzione in linguaggio artistico delle esperienze e delle storie degli anziani).

Un progetto (per 2 giovani) prevede l’attivazione di nuove attività e relazioni comunitarie nel quartiere Mirabello/Ospizio: animazione degli spazi di socializzazione in Polveriera e servizi di prossimità (sostegno all’uso della tecnologia, portineria di quartiere, …) per i cittadini. In altri 4 progetti saranno complessivamente impegnati 12 volontari, che svilupperanno attività educative, sportive e ricreative (in particolare nella fascia 6-13 anni), attività sui temi della sostenibilità, percorsi interculturali in una scuola dell’infanzia e azioni di sostegno a minori ed adolescenti in situazione di disagio relazionale ed educativo.

“Il periodo che trascorreremo insieme – sottolinea il presidente del Consorzio Oscar Romero, Valerio Maramotti – sarà ricco di opportunità per i giovani che hanno iniziato il loro anno di impegno nel mondo della cooperazione sociale e dell’associazionismo di comunità. Confrontarsi quotidianamente con contesti ricchi di risorse e fragilità è certamente una tappa importante nel percorso personale, così come sarà una occasione, per noi cooperatori, per ricevere stimoli, idee e collaborazioni”.

“La cooperazione sociale, per alimentare continuamente la propria vocazione al cambiamento e all’innovazione – conclude Maramotti – è impegnata a sviluppare questo capitale sociale ricco di visioni e competenze di cui i più giovani sono certamente portatori”.

Ai giovani entrati in servizio civile il 25 maggio se ne aggiungerà un altro in giugno, che opererà nella sede di Confcooperative Reggio Emilia.