Quantcast

Comune, nel 2020 lotta agli evasori bloccata dal Covid

Cgil, Cisl e Uil: "Recuperati solo 1,2 milioni, ora serve un rilancio"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La pandemia ha paralizzato nel Comune di Reggio Emilia anche la lotta all’evasione fiscale. Nel 2020, infatti, le risorse recuperate dal Comune risultano pari a 1,2 milioni, contro i 7,6 del 2019. Lo sottolineano con apprensione Cgil, Cisl e Uil che comprendono “la sospensione dell’operatività degli uffici nei primi mesi del 2020 e la necessità di non accanirsi contro famiglie e imprese in questa delicata fase di transizione pandemica”.

Tuttavia, “in questa fase di rimbalzo dell’economia” i sindacati auspicano “una rapida ripresa dell’attività di accertamento e riscossione dei tributi inevasi negli anni scorsi che vada anche oltre ai due milioni di euro messi in preventivo per il 2021, soprattutto laddove le restrizioni del Covid non hanno comportato la chiusura o la sospensione dell’attività lavorativa e forti riduzioni di fatturato”. Questo, concludono le organizzazioni sindacali, “attraverso anche il rafforzamento degli uffici preposti, per tornare ai livelli del 2019 tra le prime città in Italia”.

Più informazioni su