Quantcast

Giovane scomparsa, arrestato un cugino in Francia

Le immagini delle telecamere di sorveglianza ricostruiscono gli avvenimenti che hanno portato all’uccisione della ragazza e incastrano i protagonisti

REGGIO EMILIA – Le indagini sulla scomparsa della giovane Abbas Saman, ragazza di origine pakistana residente a Novellara, condotte dal Nucleo Investigativo e dalla Compagnia di Guastalla hanno permesso, attraverso l’esame delle immagini delle telecamere di video sorveglianza dell’azienda agricola e di alcune abitazioni vicine, di ricostruire gli avvenimenti che hanno portato all’uccisione della ragazza e di appurare le responsabilità dei relativi protagonisti.

L’esame del notevole materiale video da parte dei militari ha permesso di raccogliere elementi univoci e concordanti relativamente alle condotte dei soggetti coinvolti che, oltre ai genitori e lo zio, coinvolgerebbero anche altri due cugini della giovane.

Le ricerche degli indagati sono state estese, immediatamente, anche sul territorio dell’Unione mediante l’inserimento di un’apposita richiesta di controllo di polizia secondo gli accordi di Schengen.

Dalle indagini è emerso che uno dei ricercati, Ikram Ijaz, cugino di Saman, era in Francia e, con la collaborazione del Servizio di Cooperazione Internazionale della Direzione Centrale della Polizia Criminale del Ministero dell’Interno, lo scorso 21 maggio, è stato fatto individuare e bloccare dalla Polizia francese a Nimes. L’uomo a bordo di un Flexibus, partito da Parigi e diretto a Barcellona, cercava, presumibilmente, di raggiungere alcuni parenti in Spagna.

Ijaz, non in regola con i documenti, è stato trattenuto in un centro di identificazione e arrestato il 29 maggio scorso, perché ritenuto responsabile, in concorso, dell’omicidio e dell’occultamento di cadavere della giovane.

Le operazioni di estradizioni  saranno avviate lunedì ma non si esclude una trasferta in Francia per sentire immediatamente l’arrestato.

Oggi continueranno le ricerche nei dintorni dell’azienda. In particolare saranno ispezionate serre e campi. Inoltre, con l’ausilio dei vigili del fuoco, saranno scandagliati altri canali che ieri sono stati svuotati grazie alla collaborazione dell’autorità di bonifica.