Quantcast

‘Ndrangheta a Brescello, il sindaco replica con “I cento passi”

La Benassi posta il testo integrale della canzone dei Modena City Ramblers su Impastato: "La mafia è una montagna di merda"

REGGIO EMILIA – Il testo integrale della canzone “I cento passi” dei Modena City Ramblers, ispirata alla vicenda di Peppino Impastato e colonna sonora del film di Marco Tullio Giordana sul giornalista vittima della mafia e’ stato pubblicato oggi sul profilo Facebook di Elena Benassi, sindaco di Brescello. Succede dopo i nuovi attacchi alla comunita’ del Comune in provincia di Reggio Emilia, sciolto per infiltrazioni della ‘ndrangheta nel 2016, arrivati ieri da un poliziotto testimone del processo “Grimilde” di Reggio Emilia.

Secondo il quale i familiari del boss di Cutro Nicolino Grande Aracri (il fratello Francesco e i figli di quest’ultimo Salvatore e Paolo che li’ si erano stabiliti) avrebbero continuato fino a tempi recenti a dettare legge nel paese di Peppone e Don Camillo, piegando al loro volere la stessa attuale amministrazione comunale. Parole allarmanti per il Movimento 5 stelle che ha chiesto a Prefetto e ministero dell’Interno di valutare se esistono i presupposti per inviare nella Bassa reggiana una nuova “commissione d’accesso” sull’operato dell’ente locale.

La sua replica Benassi la affida all’ultima strofa della canzone: “Io voglio scrivere che la mafia e’ una montagna di merda. Io voglio urlare”.