Quantcast

Minaccia i carabinieri, “vi taglio la testa”: albanese arrestato

In manette un 39enne che, assembrato senza mascherina insieme ad altri vicino a un bar, ha rifiutato di fornire le sue generalità

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Prima, assembrato davanti a un bar insieme ad altri senza mascherina, ha rifiutato di fornire le generalità, poi ha minacciato i carabinieri: un 39enne albanese è stato arrestato dai militari di Novellara per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto a fornire le sue generalità.

E’ successo ieri sera intorno alle 17.30 quando una pattuglia della stazione di Novellara, durante un servizio di controllo del territorio, ha visto sei persone, alcune delle quali non indossavano la mascherina, che stavano consumando bevande poco distanti da un bar del paese. I militari si sono avvicinati chiedendo i documenti per identificarli e hanno appurato che i sei avevano acquistato, poco prima, le bevande dal bar per poi consumarle in strada.

Nel frattempo, in aiuto, è arrivato anche il comandante della stazione che ha chiesto i documenti al 39enne che, senza indossare la mascherina, si è rifiutato di fornirli. Informato sul fatto che si poteva uscire da casa solo per motivi di necessità, lavoro e salute e che non si poteva, come loro stavano facendo fino a poco prima, consumare bevande per strada per di più assembrandosi, l’uomo è andato in escandescenza e ha minacciato il comandante urlandogli contro gravi minacce di morte tra le quali “ti ammazzo”, “ti taglio la testa” “taglio la testa a te e ai tuoi colleghi” “a Novellara o vivi tu o vivo io”.

L’albanese è stato portato in caserma dove ha continuato a minacciare il maresciallo gettando a terra una bottiglietta d’acqua in suo possesso. Alla fine è stato arrestato per resistenza