Quantcast

Madre con figli senza cibo e tetto per la notte: salvata dalla polizia

Gesto solidale degli agenti che pagano una notte in albergo alla donna, utilizzando i loro buoni pasto per sfamare lei e i figli

REGGIO EMILIA – Affamata come i suoi bambini e senza un posto dove trascorrere la notte e’ stata aiutata dalla polizia, che le ha offerto vitto e alloggio. E’ la storia di solidarieta’ avvenuta ieri a Reggio Emilia, dove gli agenti sono intervenuti per la segnalazione di una lite in atto. Si sono cosi’ imbattuti in un uomo e una donna pakistani: l’uomo, locatario dell’immobile di proprieta’ della connazionale, si rifiutava di offrire ospitalita’ a lei e ai suoi figli.

Alla polizia la donna ha detto di non avere piu’ un lavoro ne’ un luogo dove poter trascorrere la notte con i figli, rimasti a digiuno da ore. A quel punto, i poliziotti hanno pagato a spese proprie alla pakistana una camera d’albergo e hanno usato i loro buoni pasto per assicurare la cena a lei e ai bambini. Infine hanno dato alla donna il recapito telefonico dei servizi assistenziali a cui potersi rivolgere.

Oggi, riferiscono dal Comune di Reggio, i dissapori con il coinquilino che ieri avrebbe impedito alla donna di rientrare lasciandola all’addiaccio, si sarebbero appianati. E pertanto gia’ da stasera la cittadina potra’ di nuovo tornare nell’alloggio, dove peraltro abita da tempo. I protagonisti della vicenda, comunque non erano sconosciuti ai Servizi sociali comunali, di cui i poliziotti hanno laciato ieri i recapiti. La crisi risolta con generosita’ dagli agenti e’ risultata dunque passeggera.