Quantcast

Lungo Crostolo, il maniaco colpisce ancora: aggredita un’altra donna

Questa volta è avvenuta lunga la passeggiata “Irene Saccani” che costeggia il torrente fra il ponte di San Pellegrino e la rotonda di via Francia

REGGIO EMILIA – Un’altra aggressione ai danni di una donna nella passeggiata del lungo Crostolo. Questa volta è avvenuta lunga la passeggiata “Irene Saccani” che costeggia il torrente fra il ponte di San Pellegrino e la rotonda di via Francia. Secondo la polizia quanto accaduto sembra possa essere riconducibile ad altre aggressioni da parte del maniaco che, in questo periodo, sta molestando numerose donne in questo tratto del lungo Crostolo e nella parco delle Caprette. Sul posto, é intervenuto anche personale della squadra mobile e della polizia scientifica.

La polizia e i carabinieri stanno indagando, in questo periodo, relativamente ad altre tre aggressioni a scopo sessuale che sarebbero avvenute nei giorni scorsi a Reggio Emilia nella zona del lungo Crostolo.

Secondo quanto denunciato dalle donne che sono state aggredite ci sarebbe un uomo che, da qualche giorno, starebbe molestando le donne che fanno jogging e camminano al Parco delle caprette. Questa persona si nasconderebbe tra i cespugli e gli alberi che fiancheggiano la camminata del parco e poi seguirebbe le donne con sguardi insistenti e commenti pesanti nei loro confronti.

Ci sono state due segnalazioni alla questura e una denuncia ai carabinieri. Nella denuncia ai carabinieri, il 23 marzo scorso, una donna sui 30 anni ha accusato l’uomo di averle mostrato i genitali e di averla palpeggiata. Le forze dell’ordine fanno sapere che, per approfondire quanto è accaduto e anche in ottica preventiva, sono stati intensificati i servizi di vigilanza e monitoraggio nell’area.