Quantcast

Il coprifuoco non ferma lo spaccio: pusher arrestato

Un 43enne marocchino è finito in manette dopo che era stato sorpreso a vendere della cocaina a un cliente in via San Girolamo

REGGIO EMILIA – Un 43enne marocchino residente in città è stato arrestato, per detenzione ai fini di spaccio, dopo che aveva ceduto della cocaina a un cliente questa notte in via San Girolamo. I due, dopo una trattativa su WhatsApp si erano dati appuntamento, nonostante il coprifuoco, di notte, in pieno centro, per perfezionare la cessione di droga. L’incontro, però, non è passato inosservato a una pattuglia della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia che notando i due li ha avvicinati per controllarli. A nulla è valso il tentativo di disfarsi della dose di droga gettandola a terra.

In disponibilità del pusher, all’interno del pacchetto di sigarette che custodiva, i carabinieri hanno trovato altre tre dosi di hascisc, sostanza da taglio e, arrotolati nel pacchetto, 130 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. Nel cellulare, su WhatsApp, le prove dei motivi dell’incontro. Pusher e cliente, un 47enne italiano, sono stati anche sanzionati per l’inosservanza al coprifuoco.