Quantcast

Casalgrande, sciopero domani al supermercato Rossetto

Filcams e Uiltuc “Ci vuole rispetto e volontà di attuare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Turni di lavoro comunicati con scarso preavviso e orari “spezzati” che saturano la giornata e non consentono di conciliare la vita lavorativa con quella privata. Sono i problemi denunciati dai circa 70 dipendenti del supermercato “Rossetto” di Casalgrande (Reggio Emilia), che domani saranno in sciopero e presidio davanti al punto vendita insieme a Filcams-Cgil e Uiltucs-Uil.

“I lavoratori – spiegano i sindacati – chiedono rispetto e la possibilita’ di poter organizzare con il congruo anticipo la propria vita privata”. Sono “persone che hanno garantito la propria presenza lavorando con continuita’ anche durante le fasi piu’ acute della pandemia, eppure in cambio non hanno ottenuto nemmeno la possibilita’ programmare la settimana lavorativa”, aggiungono.

La vertenza rivendica quindi in particolare la consegna dell’orario di lavoro con 15 giorni di anticipo e la possibilita’ di fare orario continuato distribuito in turni. “Non abbiamo avuto da parte di Rossetto un approccio volto alla ricerca di una soluzione ne’ spiegazioni sufficienti e accettabili per giustificare lo stato delle cose”, concludono le parti sociali. Da qui la decisione di scioperare.