Quantcast

Campagnola, vandalismi in un casale: 2 giovani denunciati

Nei guai un 17enne e un 15enne reggiani che, insieme ad almeno altri 5 giovanissimi, probabilmente minori, in corso di identificazione, dovranno ora rispondere di concorso in danneggiamento aggravato

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Potrebbe esservi l’ebbrezza dello stupido divertimento dietro ai gratuiti vandalismi compiuti da un gruppetto di adolescenti reggiani che, complice la noia, ha pensato bene di movimentare il pomeriggio del 28 marzo scorso con un raid vandalico compiuto ai danni di un immobile in ristrutturazione di Campagnola di proprietà di un 70enne del paese. Ne sono convinti i carabinieri della stazione di Novellara che, a parziale conclusione delle indagini, hanno denunciato un 17enne e un 15enne reggiani che, insieme ad almeno altri 5 giovanissimi, probabilmente minori, in corso di identificazione, dovranno ora rispondere di concorso in danneggiamento aggravato.

Il 28 marzo scorso i carabinieri della stazione di Novellara sono intervenuti in un fabbricato in ristrutturazione a Campagnola, perché era stata segnalata la presenza di alcuni ragazzi che avevano scavalcato la recinzione metallica ed erano all’interno della proprietà dell’immobile in ristrutturazione. Giunti sul posto i carabinieri hanno visto uscire dall’immobile un ragazzo in bicicletta che ha cercato di allontanarsi nonostante gli venisse intimato di fermarsi. Il 17enne è stato raggiunto e identificato dai carabinieri.

Nel frattempo i militari hanno notato un altro giovanissimo ragazzo, un 15enne, che era in fuga per i campi e che, inseguito a piedi e raggiunto dai carabinieri, è stato identificato pure lui. Nel frattempo hanno effettuato un sopralluogo nell’immobile e hanno accertato che la porta in legno che dava accesso alla ex stalla era stata forzata e che erano state rotte alcune lastre di vetro.

C’erano stati anche vandalismi in un piccolo archivio dove era stato rovesciato tutto alla rinfusa sul pavimento e c’erano delle bottiglie rotte i cui cocci erano stati sparsi pericolosamente sul prato esterno. I carabinieri hanno appurato che i due avevano agito, stando alle testimonianze acquisite, con almeno altri 5 giovani che ora i militari stanno cercando di identificare. I danni causati all’immobile dal blitz vandalico posto in essere dal gruppo di adolescenti sono in corso di quantificazione.