Quantcast

Atti osceni davanti a una scuola elementare, medico denunciato

L'uomo si sarebbe abbassato i pantaloni vicino all'auto di una mamma 40enne che stava aspettando l'uscita del figlio

REGGIO EMILIA – Atti osceni vicino a una scuola elementare della prima periferia di Reggio Emilia: medico di base 50enne denunciato dai carabinieri. La vittima, una 40enne reggiana, era a bordo della sua auto in sosta nei pressi della scuola e stava aspettando l’uscita del figlio. Nell’attesa ha visto un uomo che, posizionatosi davanti alla sua auto, si è abbassato i pantaloni. Pensando che stesse facendo pipì, la donna ha suonato il clacson dell’auto richiamando l’attenzione dell’uomo che, a questo punto, si è girato verso la donna mentre, secondo quanto ha detto la signora ai carabinieri, si stava masturbando.

A questo punto la 40enne è uscita dalla macchina e si è diretta verso l’uomo che si è ricomposto per poi allontanarsi alla guida di un’auto che la donna ha fotografato con il cellulare. Prima di lasciare il parcheggio l’uomo si è avvicinato alla donna e, dopo aver abbassato il finestrino, le avrebbe detto: “Se vieni con me ti spiego cosa stavo facendo”. Grazie alla descrizione fornita dalla 40enne ai carabinieri, ma soprattutto grazie alla foto dell’auto utilizzata dal medico, i carabinieri sono risaliti a un medico di base reggiano che è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico aggravati dall’essere stati commessi in luoghi frequentati da minori.