Quantcast

Rivalta, parco e reggia torneranno agli antichi fasti

Approvato il progetto di riqualificazione. L’avvio del cantiere di riqualificazione è previsto il prossimo inverno e la sua conclusione è prevista nel 2023, con un investimento di 6,8 milioni di euro

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo di restauro e valorizzazione del Parco (26 ettari) e del Giardino segreto della Reggia ducale di Rivalta. Dopo l’assegnazione dei lavori, l’avvio del cantiere di riqualificazione è previsto il prossimo inverno e la sua conclusione è prevista nel 2023, con un investimento di 6,8 milioni di euro, finanziato dal ministero dei Beni e delle attività culturali attraverso il Progetto Ducato Estense. A Rivalta, l’investimento per il Parco si affianca al finanziamento di ulteriori 2 milioni di euro per il restauro e la valorizzazione del Palazzo della Reggia.

Il Parco si declinerà tra riscoperte barocche (l’impianto originario, scomparso da un paio di secoli, risale alla prima metà del Settecento) e intuizioni contemporanee per una fruizione ampia, qualificata, in grado di incontrare e dialogare con la cultura e il loisir di oggi. Un suggestivo incrocio fra passato e presente, interpretando lo spirito di tempi diversi, per comunità e persone fra loro diverse; un progetto ideato dal Raggruppamento temporaneo di professionisti (Rtp) “Openfabric – F&M Ingegneria spa – Alessandro Parodi – Fabrizio Polimone”.

Risorgeranno 4 vasche con fontane; sono previste essenze floreali in ogni stagione. Saranno piantati 695 nuovi alberi, che si aggiungeranno ai 240 esistenti, e l’area sarà perciò dotata complessivamente di 935 alberi fra pioppi neri, aceri campestri, gelsi ed olmi nel rispetto del lavoro agricolo che dall’Ottocento a oggi ha caratterizzato questo vasto spazio dopo la caduta degli Asburgo/Este, oltre alla manutenzione e valorizzazione degli alberi esistenti.

Un Parterre di 21.000 metri quadrati riproporrà lo stile settecentesco, ai piedi della riscoperta Scalinata che collegava il Palazzo della Reggia al Parco. La Corte ducale, all’ingresso, sarà dedicata principalmente a cultura e spettacolo. Un Boulevard lungo le mura, valorizzate, accompagnerà le passeggiate. Sarà un Parco senza barriere, accessibile a tutti, illuminato, dotato di sedute, panchine, arredi e servizi.

Un Parco per il relax, per lo svago e l’intrattenimento, il riposo e il silenzio, per ammirare semplicemente la campagna e lo skiline delle colline, a una manciata di chilometri, a portata di bicicletta. Il progetto, definito da un’idea originaria risultata vincitrice di un concorso nel 2018 e redatto con l’alta sorveglianza della Sovrintendenza, si è arricchito delle indicazioni e migliorie fornite dal gruppo di lavoro coinvolto in un percorso partecipato dedicato, e in particolare delle indicazioni dell’associazione Insieme per Rivalta.

Più informazioni su