Nuove povertà, nel 2020 in 7.500 hanno chiesto aiuto per mangiare

L'80 per cento delle domande di buoni spesa sono state fatte da sconosciuti ai servizi sociali

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Le nuove poverta’ avanzano a Reggio Emilia. Emerge dai dati forniti oggi dal Comune, a margine della presentazione del bilancio di previsione 2021.

L’anno scorso i cittadini che hanno fatto domanda all’amministrazione per ottenere i “buoni spesa” sono stati 7.491. L’80% di loro non risultava essere in carico ai servizi sociali, il 39% era in cassa integrazione, il 35% aveva perso il lavoro e il 26% tirava avanti con il reddito ridotto dal blocco della propria attivita’. Il 46% aveva tra i 30 e i 44 anni e ha figli.

Dal punto di vista demografico il 42% delle 79.323 famiglie di Reggio Emilia e’ costituita da nuclei mono-personali (quindi potenzialmente piu’ fragili), il 42,4% ha figli e il 17,8% dei ragazzi e’ di eta’ compresa fra gli zero e i 18 anni. Il 21% della popolazione ha piu’ di 65 anni. A richiedere il reddito di cittadinanza, nel 2020, sono stati infine 1465 reggiani.

Più informazioni su