Quantcast

Imprese, rispetto al 2020 prevedono più assunzioni

Tra marzo e maggio 9mila contratti, ma sopratutto precari

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Rispetto a un anno risalgono in modo significativo i contratti di lavoro previsti dalle aziende della provincia di Reggio Emilia nel trimestre marzo-maggio. In particolare, in base alle intenzioni di assunzione espresse dagli imprenditori, dovrebbero essere 3.010 i nuovi contratti conclusi a marzo. La cifra, e’ inferiore a quella di due anni fa (nel marzo 2019 i contratti di lavoro furono 4.200), ma largamente superiore a quella del marzo 2020, rispetto alla quale si registra un incremento di 940 unita’.

La risalita dovrebbe poi segnare tutto il trimestre, tanto che tra marzo e maggio si stima l’avvio di 9.050 nuovi contratti. Lo rileva un’analisi della Camera di commercio secondo cui, con riferimento ai contratti di marzo, saranno nel 31% dei casi stabili (a tempo indeterminato o di apprendistato) e nel 69% a termine (a tempo determinato oppure altri contratti a durata predefinita). Il numero maggiore di assunzioni dovrebbe registrarlo il settore dei servizi con l’ingresso di 1.530 nuovi addetti (410 unita’ in piu’ rispetto a marzo 2020), assorbiti in gran parte (62%) da imprese con meno di 50 dipendenti.

Per quanto riguarda l’industria, le assunzioni previste sono 1.480, con un incremento di 530 unita’ rispetto al marzo 2020. La tipologia di figure professionali ricercate per l’inserimento in azienda si scontra pero’, anche in questo periodo, con la difficolta’ di reperimento, che interessa il 36% dei profili richiesti. Mancano soprattutto dirigenti, specialisti e tecnici.

Più informazioni su