Quantcast

I sostegni di Fondosviluppo a cinque cooperative reggiane

Le domande sono state tutte accolte, e daranno vita ad investimenti per oltre 600.000 euro, con alcune immediate ricadute occupazionali e una particolare attenzione alle categorie fragili

REGGIO EMILIA – E’ particolarmente rilevante l’impatto che avrà nel nostro territorio l’esito della call “Rigenerazione Cooperativa” lanciata da Fondosviluppo (il fondo mutualistico di Confcooperative) a sostegno della ripartenza delle micro e piccole imprese cooperative che hanno maggiormente risentito dell’emergenza Covid.
Le domande presentate da 5 cooperative reggiane sono state tutte accolte, e daranno vita ad investimenti per oltre 600.000 euro, con alcune immediate ricadute occupazionali e una particolare attenzione alle categorie fragili.

La call di Fondosviluppo prevedeva un intervento pari a 1,5 milioni di euro (il 20% in conto capitale e la quota restante per l’abbattimento dei tassi sui prestiti) destinati a progetti imprenditoriali innovativi per la rigenerazione, la riconversione e la digitalizzazione delle cooperative di minori dimensioni (fatturato non superiore ai 10 milioni) che hanno scontato gli effetti della pandemia e che oggi hanno in campo investimenti sulla riprogettazione delle attività, nuove modalità di erogazione dei servizi, percorsi di aggregazione e messa in rete, innovazione organizzativa, sostenibilità ambientale e incrementi della capitalizzazione.

“L’intervento di Fondosviluppo, che è alimentato dal 3% degli utili annualmente realizzati dalle cooperative di Confcooperative – spiega l’organizzazione – ha tenuto conto di diversi parametri, guardando non solo ai comparti maggiormente colpiti dalla pandemia e alla qualità dei progetti di investimento. Insieme agli effetti generali attesi in termini di competitività e innovazione organizzativa e di processo, infatti, ha tenuto conto anche della presenza delle imprese in zone fragili (aree interne, piccoli comuni, aree urbane disagiate), dei percorsi di aggregazione in atto e della capacità di coinvolgimento dei giovani”.

Proprio quest’ultima, tra l’altro, è una delle caratteristiche che accomuna i progetti reggiani premiati da Fondosviluppo con 120.000 euro a fondo perduto e l’abbattimento dei tassi su oltre 480.000 euro di investimento.

A beneficiare dell’intervento, come si è detto, sono 5 cooperative. Si tratta della cooperativa sociale “Nuovappennino” di Felina (acquisto di una nuova stampante tipografica e relativo software gestionale connesso ad un servizio di e-commerce), della cooperativa sociale correggese Studio il Granello (implementazione del servizio di stampa in 3D per la prototipazione e realizzazione di pezzi industriali), della cooperativa sociale Il Girasole (ristrutturazione di un immobile in cui collocherà sede e nuove cucine in cui sarà portata da 50 a 250 la produzione giornaliera di pasti, con nuovo servizio di ordini on line e gestione informatizzata delle commesse), della cooperativa sportiva Eden Sport di Reggio Emilia (piattaforma di e-Fitness pensata non solo come risposta alle restrizioni determinate dalla pandemia, ma come servizio per quanti hanno maggiori difficoltà di mobilità per seguire corsi legati al benessere e alla socializzazione) e, infine, dell’impresa sociale Meridiano 361 (promossa dalla coop sociale La Vigna), che attiverà il servizio di e-commerce e riorganizzerà completamente anche il punto vendita di prodotti del commercio equo e solidale presente in via Guido da Castello, nel centro storico di Reggio Emilia.