Quantcast

Comune, Imu e Irpef: addizionali ferme nel 2021

Erano aumentate l'anno scorso: confermate tutte le agevolazioni

REGGIO EMILIA – Nessun aumento da parte del Comune delle addizionali di Imu e Irpef, ritoccate tra le polemiche al rialzo l’anno scorso. Il via libera e’ arrivato oggi in Consiglio comunale con i voti della maggioranza per entrambe le addizionali. Nello specifico per l’Imu vengono anche confermate anche tutte le aliquote agevolate del 2020 tra cui le agevolazioni a favore dei proprietari di immobili concessi in locazione a canone concertato e a quelli concertati sottoposti a provvedimenti di convalida di sfratto per morosita’.

Per queste tipologie viene applicata un aliquota del 7,6 per mille anziche’ l’aliquota ordinaria del 10,6 per mille. Confermata anche l’aliquota agevolata del 9,6 per mille a favore dei negozi utilizzati dal proprietario come laboratori e fabbricati industriali. Per l’addizionale comunale all’Irpef viene confermato il criterio della progressivita’ dell’imposta e l’esenzione per i contribuenti con reddito imponibile non superiore a 15.000 euro “soglia tra le piu’ alte in regione”, ricorda l’amministrazione.

“In questo anno molto complesso per il bilancio comunale – dice l’assessore ai Tributi Lanfranco De Franco – manteniamo invariate le aliquote Imu e Irpef per non gravare ulteriormente sulle famiglie e le imprese reggiane”. Ai fini Irpef, prosegue, “confermiamo l’esenzione dell’addizionale comunale fino ai 15.000 euro di reddito, mentre in materia Imu le agevolazioni per i canoni di locazione concordati e i comodati residenziali”.

Infine, sottolinea De Franco, “apportiamo alcune modifiche al regolamento Imu con riguardo a conguagli e compensazione debiti e crediti, sempre con gli obiettivi di semplificare e andare incontro alle esigenze del contribuente”.