Quantcast

Coltellate al campo di Marte, due giovani indagati

Due fratelli di origine sudamericana sono accusati di lesioni aggravate in concorso relativamente al ferimento di due giovani ghanesi

REGGIO EMILIA – Due fratelli di origine sudamericana, residenti in città, sono stati indagati per lesioni aggravate in concorso relativamente al ferimento di due ragazzi di origine ghanese, di 18 e 23 anni, che sono stati trovati a terra sanguinanti sabato scorso, verso le 18, all’incrocio fra via Bonvicini e via Rossi all’ingresso del campo di Marte.

Gli agenti della squadra mobile hanno perquisito le loro abitazioni domenica mattina e hanno trovato elementi tali da poterli ricollegare all’accoltellamento, in particolare indumenti sui cui c’erano delle macchie di sangue. L’identificazione dei due è stata compiuta nell’ambito di una più vasta attività disposta dal questore e finalizzata alla prevenzione e repressione della criminalità giovanile.

I due giovani, peraltro, anche se non indagati, erano finiti nel mirino delle forze dell’ordine già dopo una violenta rissa fra giovani che si era consumata in piazza della Vittoria nel dicembre del 2019. Le indagini della polizia continuano per identificare tutti i giovani che hanno partecipato alla rissa di sabato scorso.

I due giovani ghanesi accoltellati (le condizioni di uno dei due in un primo momento sembravano gravi, ndr) sono stati dimessi dall’ospedale con sette e dieci giorni di prognosi.