Quantcast

Astrazeneca, l’Ausl: “Chi si è prenotato oggi non vada all’appuntamento”

In seguito alla sospensione della somministrazione del vaccino su scala nazionale. Chi ha fra i 75 e i 79 anni sarà ricontattato in seguito con un sms. Continuano le inoculazioni con Pfizer e Moderna

REGGIO EMILIA – La direzione dell’Ausl, in seguito alla sospensione – in via del tutto precauzionale e temporanea – della somministrazione del vaccino AstraZeneca, invita i cittadini di età compresa tra i 75 e i 79 anni, che si sono prenotati oggi con questo vaccino (primo giorno utile per farlo), “a non presentarsi all’appuntamento”.

Scrive l’Ausl: “Queste persone riceveranno a breve un sms con la disdetta dell’appuntamento e tutti saranno riprogrammati appena possibile”.

Il provvedimento è stato deciso da Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, Agenzia europea per i medicinali, anche alla luce dei provvedimenti assunti da altri Paesi europei.

Le vaccinazioni con Astrazeneca da oggi sono sospese ma continuano quelle con Pfizer e Moderna.