Quantcast

Vendono Audi on line, ma è una truffa: denunciati

Paga l’auto 35mila euro, ma si tratta di una vendita fantasma: truffa in concorso l’accusa mossa a due veneziani dai carabinieri di Santa Croce

REGGIO EMILIA – Voleva acquistare una Audi TT Coupé 2.0 e così un 30enne di Reggio Emilia ha cercato l’auto su un noto sito tedesco per verificare se, in Germania, vi fosse la disponibilità del mezzo che voleva acquistare. Dopo aver trovato l’auto che gli interessava ha contattato l’utenza telefonica associata all’inserzione parlando con il venditore che, nel passato, aveva venduto alcune auto a suoi amici che non avevano mai avuto problemi.

Il venditore, riuscito a individuare l’auto in un centro Audi di Colonia, in Germania, è stato invitato a sottoscrivere il contratto che gli è stato inviato tramite mail. Il 30enne reggiano ha accettato la proposta di acquisto pattuendo il prezzo in 34.650 euro. Il contratto gli è stato fornito su carta intestata a un’azienda. Espletate le formalità il 30enne ha provveduto, come convenuto, ad effettuare un primo bonifico per l’importo di 28mila euro e un secondo, per 6mila e 650 euro, sull’Iban fornitogli dal venditore.

Provveduto al pagamento dell’importo dovuto, l’acquirente, rassicurato dal venditore sulla regolarità dell’acquisto, ha atteso il recapito dell’auto. Non vedendosi arrivare il mezzo ha cercato di contattare il venditore senza riuscirci. Quando ha capito di essere rimasto vittima di una truffa il 30enne si è rivolto ai carabinieri di via Adua e ha sporto denuncia per truffa. I militari di Santa Croce non solo sono risaliti al venditore, un 29enne veneziano, ma anche al suo complice, una 25enne, sempre della provincia di Venezia, intestataria dell’azienda con cui è stato sottoscritto il contratto.

I due sono stati denunciati per concorso in truffa.