Quantcast

Soggiorni in hotel lusso con carta clonata, denunciato

Sostituzione di persona, indebito utilizzo di carta di credito e uso di documenti falsi l’accusa mossa a un camerunense 33enne dai carabinieri di Correggio

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Una sorta di turista-hacker l’asso dell’informatica e del crimine beccato dai carabinieri di Correggio: operando da un’altra provincia è riuscito a decodificare le credenziali della carta di credito di un 32enne modenese dedicandosi all’acquisto di soggiorni in hotel di lusso della città ambrosiana.

La vittima, grazie al servizio sms fornitogli dal gestore dei servizi interbancari, si è però subito accorto delle anomali spese e si è rivolto ai carabinieri della stazione di Correggio che sono risaliti sia all’hacker che operava dalla provincia di Milano che ai servizi acquistati: alcuni soggiorni in hotel di lusso di Milano del costo complessivo di oltre 1.500 euro che acquistava in una piattaforma di prenotazioni, utilizzando peraltro un documento d’identità falso.

Con l’accusa di sostituzione di persona, indebito utilizzo di carta di credito e uso di documenti falsi i carabinieri di Correggio hanno denunciato un camerunense 33enne abitante a Milano.