Preso a schiaffi e gettato nel greto del Crostolo foto

L'aggressore, un 44enne, è stato condannato in appello a 6 anni e 8 mesi nel processo Aemilia. Sulla vicenda, avvenuta in via Dalmazia, indagano i carabinieri

REGGIO EMILIA – Violenta aggressione davanti a un bar in via Dalmazia con una persona presa a schiaffi, trascinata in mezzo alla strada e gettata nel Crostolo. Il protagonista è un 44enne, noto alle cronache reggiane per essere stato condannato, nel dicembre scorso, in appello, nel processo Aemilia a sei anni e otto mesi di reclusione per estorsione.

La scena, immortalata da un testimone, è diventata subito virale e ha iniziato a girare su WhatsApp. Nelle immagini si vede un uomo che si avvicina a un giovane, nei pressi del Bar Dama e gli dice, con un forte accento calabrese: “Di chi ho paura, io?”. Poi lo stende con tre schiaffi. Il giovane vola a terra e l’aggressore gli è subito sopra e continua a colpirlo. Poi lo trascina in mezzo alla strada, mentre passano le auto, arriva sul lato opposto della carreggiata e lo getta nel greto del Crostolo. Il tutto davanti a diversi testimoni.

L’accaduto è stato segnalato ai carabinieri anche se, per ora, il giovane colpito non ha sporto querela. I carabinieri stanno comunque indagando per vedere se, eventualmente, procedere d’ufficio.