Landi: “Ora serve ripartenza bar e ristoranti”

Il commissario della Camera di commercio: "Finito il tempo del machete, ora il bisturi dove ci sono i contagi"

REGGIO EMILIA – “Il tempo del machete e’ finito. Ora dobbiamo usare il bisturi per intervenire solo dove i contagi sono probabili, se non certi”. Lo afferma Stefano Landi, commissario della Camera di commercio di Reggio Emilia, spezzando oggi una lancia a favore della ripresa delle attivita’ di bar e ristoranti. “E’ giusto reprimere chi non rispetta le regole – dice Landi – ma penso che sia giunto il momento di permettere a questi imprenditori di riprendere il loro lavoro”.

In “questo periodo – prosegue il commissario – abbiamo cercato di essere ancora piu’ vicini alle imprese, soprattutto alle piccole, per le quali nel 2020 abbiamo stanziato circa 3,5 milioni di aiuti. Inoltre “grazie al bando ristori della Regione siamo riusciti a dare 2.000 euro a 1.258 imprese, che sono certo non saranno risolutivi, ma possono comunque fare comodo”. Anche nel 2021, conclude Landi, “abbiamo previsto un budget per aiutare gli imprenditori sui vari temi emergenti, dall’internazionalizzazione all’innovazione”.