Ex Gasometro, topo d’auto arrestato: rischia di perdere il reddito di cittadinanza

Il 53enne, che è finito in manette per tentato furto aggravato, ha rotto i finestrini di un'auto con un tombino

REGGIO EMILIA – Sorpreso rubare un’auto nel parcheggio di via Pansa: topo d’auto 53enne arrestato dai carabinieri per tentato furto aggravato. Ora rischia anche di perdere il reddito di cittadinanza che percepiva. E’ successo ieri, poco dopo le 17, quando una pattuglia della sezione radiomobile di Reggio Emilia, su input dell’operatore in servizio al 112, allertato da un cittadino, è intervenuta nel parcheggio di via Pansa, meglio noto come “Gasometro”, perché era stato segnalato un uomo che, servendosi di un tombino, aveva rotto i vetri dei veicoli parcheggiati.

La pattuglia giunta sul posto, ovvero al piano terra del parcheggio multipiano, ha visto una Fiat Panda con un uomo all’interno che, con il capo chino, stava armeggiare sui fili del blocco di accensione. I militari, dato che i vetri del finestrino anteriore lato guida della Panda erano totalmente in frantumi, hanno fermato il 53enne che è stato arrestato.

I carabinieri hanno notato che, oltre al vetro frantumato, anche la copertura in plastica posta sotto il volante che copre i cavi elettrici del quadro di accensione era stata divelta e danneggiata. E’ stato anche rilevato il danneggiamento di un’altra autovettura, una Bmw, parcheggiata di fronte alla Panda, che il topo d’auto aveva cercato di forzare nel tentativo, non riuscito, di accedere al suo interno danneggiando la guarnizione del vetro posteriore sinistro e la portiera anteriore sinistra.