Covid, in prime due ondate ricoverato il 5% dei positivi

L'Ausl: "Il 15% di questi è stato portato in terapia intensiva"

REGGIO EMILIA – Durante i mesi della prima e della seconda ondata della pandemia, a Reggio Emilia, il 5% dei pazienti positivi al covid hanno avuto necessita’ di ricovero ospedaliero e, di questi, circa il 15% e’ stato destinato alla terapia intensiva o ad area ad alta intensita’ di cura per periodi di qualche settimana. Nella fase piu’ acuta, inoltre, una parte della pressione derivante dalla richiesta assistenziale si e’ riversata sui Pronto Soccorso ospedalieri, con un numero di accessi assai piu’ elevato rispetto agli standard. Emerge dai dati forniti oggi dall’Ausl reggiana, che ha avviato una serie di interventi di potenziamento dei reparti covid negli ospedali di Reggio e Guastalla.