Quantcast

Caso Palamara-Mescolini, la Tinelli: “Mai fatto pressioni”

L'avvocato replica a Fi che ha chiesto le sue dimissioni dal Cda della Manodori: "Non faccio politica, mi aspetto che chi la fa non mi tratti come se la facessi"

REGGIO EMILIA – “A chi chiede mie dimissioni, forse anche da me stessa, ribadisco che non ho fatto alcuna pressione, tantomeno per conto del Pd, su componenti del Csm per la nomina di alcun magistrato, procuratore Marco Mescolini compreso”.

L’avvocato Celestina Tinelli risponde così a Forza Italia che aveva chiesto le sue dimissioni dal cda della Fondazione Manodori dove era entrata per designazione del Comune.

Aggiunge la Tinelli: “Né comunque avevo potere di influenzare alcuno; infatti nemmeno la proposta di delibera della prima commissione Csm mi individua in tale veste. Proposta di delibera che comunque non rappresenta una verità consacrata e non è stata fatta per me bensì per il procuratore”.

E conclude: “Attualmente non ho incarichi istituzionali e non ne ho mai chiesti. Non faccio politica, mi aspetto che chi la fa non mi tratti come se la facessi”.