Anziani, approvata intesa per stanze degli abbracci

Saranno dieci nelle Cra cittadine: parte una raccolta fondi

REGGIO EMILIA – Fa un nuovo passo in avanti il progetto “Tra le tue braccia”, per realizzare 10 “stanze degli abbracci” nelle strutture per anziani di Reggio Emilia. La giunta comunale ha approvato infatti uno specifico protocollo di collaborazione, che coinvolge anche Azienda Usl e Farmacie Comunali Riunite, per dotare le case di riposo gestite dall’Asp “Citta’ delle Persone” di spazi di incontro tra gli ospiti e i familiari in condizioni di sicurezza.

Un modo per recuperare i contatti fisici interrotti dalle norme anti covid. A progettare le stanze, dove saranno installate pareti di plastica trasparente (elastica e sottile) con “maniche” che possono essere indossate dai visitatori, saranno giovani professionisti individuati dall’Ordine reggiano degli Architetti.

Per sostenere il progetto e’ ora possibile effettuare una donazione al Fondo di Mutuo soccorso comunale, con bonifico bancario all’Iban: IT 83 U 02008 12834 000105890704 (BIC: UNCRITMM) con causale progetto “Tra le tue braccia”. Daniele Marchi, assessore comunale al Welfare sottolinea: “E’ un progetto della citta’, a cui Reggio Emilia e’ chiamata a collaborare e contribuire ma la citta’, che conosce e vive ogni giorno i valori della prossimita’ e della solidarieta’, sapra’ essere all’altezza e rispondere a questa chiamata”.

Raffaele Leoni, presidente dell’Asp, ricorda che “a meta’ febbraio sara’ concluso l’allestimento delle ‘stanze multimediali’ (per un impegno di oltre 40.000 euro) in ogni Cra, che permetteranno il collegamento da remoto con i saloni o gli spazi comuni delle strutture, per consentire ai parenti di vedere quello che avviene in alcuni momenti di attivita’, o di svolgere da remoto le attivita’ di supporto all’animazione che prima si svolgevano in presenza”.

Le stanze degli abbracci consentono quindi “di allargare le risposte che l’azienda ha messo in campo per far fronte alla sospensione delle visite dei parenti ai loro cari”, aggigunge Leoni, ricordando infine che “in questi mesi sono state garantite a tutti le video chiamate con frequenze programmate e organizzate visite dei parenti all’esterno, visibili agli ospiti dalle vetrate”.

Delle dieci nuove stanze degli abbracci, in particolare, due saranno realizzate da Asp con risorse proprie e collocate una in ciascuna delle sue due strutture piu’ grandi: Villa Primula e Villa Le Magnolie. Un’altra sara’ donata da Fcr.