Via Emilia killer, a Reggio parte una petizione

Sabato banchetti nelle frazioni di Cella, Gaida e Cadè

REGGIO EMILIA – La riduzione degli incidenti stradali dovuta alle restrizioni anti-Covid non basta ai residenti di Reggio Emilia delle frazioni sulla via Emilia di Cade’, Gaida e Cella. Che sabato, supportati dall’associazione “mattone su mattone”, organizzano una raccolta di firme per segnalare alle istituzioni locali la situazione della strada diventata “killer” nei pressi delle loro abitazioni. Proprio a Cella, il 4 dicembre scorso, l’ultimo incidente mortale del 2020 in cui ha perso la vita un ragazzo di 12 anni.

Due le richieste dei cittadini: la messa in sicurezza di questo tratto della via Emilia, e la realizzazione della cosiddetta via Emilia bis fino a Calerno. I banchetti per le firme saranno a Cella di fronte alla farmacia e al Conad dalle 9 alle 12 e davanti alla scuola negli orari di ingresso e uscita degli studenti. A Cade’, dvanti al forno (dalle 9 alle 12) e di fronte alla scuola (ad inizio e fine delle lezioni). Si puo’ firmare anche on line all’indirizzo

https://www.change.org/p/prefetto-di-reggio-emilia-sicurezza-strad ale-per-cella-cade-gaida-e-realizzazione-via-emilia-bis.