Vende iPhone on line, ma è una truffa: denunciato

Trentenne romano denunciato per aver raggirato un 22enne di Guastalla: nei guai due complici

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Vende iPhone on line producendo il codice di una falsa spedizione, ma è una truffa: 30enne romano denunciato dai carabinieri. Il venditore, una volta intascati gli 800 euro è sparito nel nulla. Nei guai anche due complici residenti in provincia di Roma che si erano intestate fittiziamente utenza telefonica e carta prepagata utilizzate per il compimento della truffa.

La vittima, un 22enne residente a Guastalla, con l’intento acquistare un iPhone, navigando on line, ha risposto ad un’inserzione pubblicata su un noto sito di annunci e ha trattato l’acquisto dello smartphone della Apple che per un importo di 800 euro. Dopo aver concordato modalità di pagamento e spedizione, ha versato il dovuto nella Postepay ottenendo il codice di tracciamento della spedizione eseguita, a detta del falso venditore, per il tramite di una nota società di corrieri.

Con il passare dei giorni, non vedendosi recapitarsi l’oggetto e non riuscendo più a contattare il venditore che nel frattempo l’aveva bloccato, ha chiamato la società di spedizioni e ha appreso che il codice in suo possesso era falso e che non corrispondeva ad alcuna spedizione. A quel punto è andato dai carabinieri della stazione di Guastalla e ha sporto denuncia. Dopo una serie di riscontri tra il numero di telefono associato all’inserzione e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi, i militari sono risaliti al 30enne romano che è stato denunciato per truffa.