Usura ed estorsioni: carabinieri incontrano Camera di Commercio, Unindustria, Cna e Confagricoltura

Sono state illustrate le più comuni strategie attuate dalla criminalità per infiltrarsi nel tessuto economico

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Si è conclusa la serie di incontri tra il comandante provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia e i vertici delle organizzazioni confederali reggiane finalizzati a sensibilizzare le varie categorie produttive principalmente dal rischio estorsioni e usura e della criminalità organizzata in genere.

Il colonnello Cristiano Desideri, alla presenza del presidente di Unindustria Fabio Storchi, del presidente della Camera di Commercio Stefano Landi, del presidente di Confagricoltura Marcello Bonvicini e dei vertici di Cna, presidente Giorgio Lugli e del direttore generale Azio Sezzi, ha ribadito la disponibilità dell’Arma e illustrato la capillare presenza dell’Istituzione sul territorio proprio in ragione della sua vicinanza alla cittadinanza.

Ha inoltre indicato le maggiori attività di contrasto svolte dai carabinieri sul fenomeno delle estorsioni e dell’usura anche al fine di accentuare la fattiva collaborazione con il tessuto produttivo della provincia. Il colonnello, affiancato dal tenente colonnello Stefano Bove comandante del Reparto operativo, dal maggiore Maurizio Pallante comandante del Nucleo investigativo e dal maggiore Luigi Scalingi comandante della compagnia di Reggio Emilia ha sottolineato i pericoli e le conseguenze a cui gli imprenditori possono incorrere se cadono vittima dei due fenomeni criminali, a maggior ragione a seguito dei problemi di liquidità determinati dall’attuale momento economico.

Durante l’esposizione, caratterizzata da un fattivo confronto, sono state illustrate le più comuni strategie attuate dalla criminalità per infiltrarsi nel tessuto economico e le procedure per l’accesso al fondo di solidarietà per le vittime dell’estorsione e dell’usura.

Più informazioni su