Smog, Pm 10 alte a Reggio Emilia: da domani blocchi anche ai diesel euro 4

Contromisure fino a lunedì da Piacenza a Ferrara

REGGIO EMILIA – Smog alto in Emilia e cosi’ scattano le contromisure emergenziali per il superamento dei livelli di Pm10 nei Comuni di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna (con Imola, Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell’Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa), e Ferrara. Dunque, da domani a a lunedi’ prossimo e’ vietata la circolazione alle auto e ai mezzi commerciali tra le 8.30 e le 18.30: quelle a benzina sino all’Euro 2 incluso, benzina-gpl o benzina-metano pre Euro e Euro 1, diesel sino alla categoria Euro 4 compresa, ciclomotori e motocicli a due tempi pre Euro e Euro 1.

Solo al termine dello stato di emergenza sanitaria dettato dalla pandemia, potra’ essere applicato anche ai veicoli diesel Euro 5 lo stesso provvedimento emergenziale. Ai divieti di circolazione si aggiungono, da domani a lunedi’, le misure riguardanti l’abbassamento delle temperature medie fino a un massimo di 19 gradi nelle abitazioni private e 17 negli spazi commerciali e ricreativi, il divieto bruciare all’aperto e, in presenza di impianti alternativi, a usare le biomasse per riscaldamento domestico, in caso di classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore alle quattro stelle. E’ inoltre vietato lo spandimento di liquami zootecnici senza l’adozione di tecniche ecosostenibili.

Per quanto riguarda l’agglomerato di Bologna si tratta del primo sforamento registrato dall’avvio del nuovo sistema di rilevazione attivo dal 13 gennaio scorso, che fa scattare le misure emergenziali quando si prevede il superamento dei valori giornalieri di Pm10 nel giorno di controllo e nei due giorni successivi. I giorni di controllo sono passati da due a tre (lunedi’, mercoledi’ e venerdi’) e le limitazioni straordinarie entrano in vigore dal giorno seguente a quello di controllo e fino al giorno di controllo successivo.

Per avvertire i cittadini interessati quando scattano le misure emergenziali e le domeniche ecologiche, e’ attivo il servizio gratuito di alert sms (o mail) della Citta’ metropolitana di Bologna. E sempre nel capoluogo regionale e’ inoltre disponibile l’app “Che Aria e'”, sviluppata dalla Fondazione Innovazione Urbana, attraverso cui i cittadini possono avere un’informazione costante sullo stato della qualita’ dell’aria, ricevere suggerimenti e consigli sui comportamenti corretti che riducano l’impatto dell’inquinamento atmosferico e i rischi per la salute.