Quantcast

Proprietario di 67 auto, ma le usavano dei pregiudicati: denunciato

I carabinieri della stazione di Rubiera scoprono giro di intestazioni fittizie. Cinquantenne campano accusato di falsità ideologica commessa da privato in atti pubblici e truffa continuata

RUBIERA (Reggio Emilia) – Al registro automobilistico era proprietario di ben 67 auto di tutte le marche e modelli. Ma, secondo i carabinieri di Rubiera, pur essendo il proprietario, non ne utilizzava una. I mezzi venivano usati in prevalenza da pregiudicati, probabilmente per compiere reati. Ma non solo: dei 67 autoveicoli ben 53 circolavano senza assicurazione e senza essere stati sottoposti alla revisione.

Al termine delle indagini i militari hanno denunciato un campano di 50 anni residente nella bassa reggiana per i reati di falsità ideologica commessa da privato in atti pubblici e truffa continuata. All’uomo i carabinieri hanno contestato oltre 30.000 euro di multe al codice della strada per l’intestazione fittizia delle 67 macchine, che ora saranno cancellate dal Pra.

Le indagini sono partite agli inizi dello scorso anno quando, nel corso di un controllo stradale, i carabinieri hanno fermato una Fiat Punto condotta da un 53enne reggiano con condanne per reati tributari e precedenti di Polizia per reati contro la persona. L’auto era intestata all’odierno indagato. Dai successivi controlli è emerso che il 50enne campano era intestatario di altre 66 autovetture oltre a quella controllata.

I successivi approfondimenti hanno permesso di accertare che quest’ultimo, titolare di un’attività di compravendita di auto formalmente ubicata nel modenese e di fatto senza alcuna sede operativa, già inabilitato all’esercizio d’impresa, era riuscito a intestarsi 67 autoveicoli di cui non aveva la materiale disponibilità, poiché ceduti in uso a pregiudicati e persone prive di patente di guida.

Le auto fittiziamente intestate sono state segnalate al Pra di Reggio Emilia per la successiva cancellazione.