Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Palermo, prova estrema su TikTok: bimba dichiarata morta

Ha partecipato su TikTok, uno dei social più seguiti dagli adolescenti, a Black out challenge, un gioco pericoloso ed estremo. I genitori acconsentono alla donazione degli organi

PALERMO – E’ stata dichiarata la morte cerebrale per la bimba che nel quartiere Kalsa a Palermo è finita in coma per un gioco orribile durante una prova estrema di soffocamento sul social TikTok. Nonostante i tentativi fatti dai medici per la piccola non c’è stato nulla da fare I genitori hanno acconsentito all’espianto degli organi.

All’ospedale dei Bambini c’è tanta tensione tra i familiari. Il suo cuore si sarebbe fermato per alcuni interminabili minuti prima di ricominciare a battere grazie alle manovre rianimatorie eseguite dal personale sanitario. Le sue condizioni restano molto critiche.

La bambina è stata portata d’urgenza ieri in ospedale. Sono stati i genitori a trovarla esanime in bagno. Il cuore della bambina si è fermato per un’asfissia prolungata, prima di ricominciare a battere grazie alle manovre rianimatorie eseguite dal personale sanitario. La piccola avrebbe raccolto la sfida che sulla app viene chiamata “hanging challenge” e che prevede una prova di resistenza. La sfida consiste nello stringersi una cintura attorno al collo e resistere il più possibile. La piccola avrebbe seguito i vari passaggi prima di restare asfissiata, trovandosi poi senza forze e crollando per terra.