Quantcast

Modifica contatore e riduce consumi aziendali dell’85%: denunciato

L'imprenditore reggiano è stato scoperto dai carabinieri di Bagnolo ed è stato denunciato per furto aggravato

BAGNOLO (Reggio Emilia) – Un imprenditore reggiano è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Bagnolo per furto aggravato di energia elettrica. Un controllo sull’azienda gestita dall’uomo, un 53enne originario ed abitante nel reggiano, ha permesso ai militari, supportati dal personale tecnico dell’Enel, di accertare una modifica al contatore dell’energia elettrica che consentiva di ridurre i consumi dell’azienda dell’85%.

Dopo l’ispezione operata dai carabinieri di Bagnolo è stato trovato, adagiato sul misuratore di consumo, un magnete che ne rallentava l’operato garantendo un risparmio pari all’85% dei consumi, come poi accertato dai tecnici della società erogatrice di energia elettrica intervenuti su richiesta dei carabinieri. Per tale motivo il titolare dell’azienda è stato denunciato furto aggravato.

Tutto è iniziato quando i carabinieri di Bagnolo, forti di alcune segnalazioni ricevute, si recavano nell’azienda per i dovuti controlli al fine di verificare eventuali manomissioni del contattore di energia elettrica aziendale. Durante il sopralluogo i militari hanno trovato un magnete che, come confermato dalle verifiche dei tecnici della società erogatrice del servizio interessati dai carabinieri, comportava l’erronea misurazione dell’energia e della potenza prelevata comportando un importante riduzione dei consumi realmente assorbiti pari all’85% dei consumi reali.

Riduzione, stando ai rilevamenti operati dai tecnici, che risaliva almeno al 2014 per risparmi quantificati nell’ordine di varie migliaia di euro. Il magnete è stato sequestrato dai carabinieri, mentre l’imprenditore veniva denunciato per furto aggravato di energia elettrica.